Le origini della soggettività e le radici della crisi: Adorno e De Martino tra storia e antropologia

Leussein 7 (3):151-155 (2014)
Download Edit this record How to cite View on PhilPapers
Abstract
L’articolo istituisce un confronto tra Ernesto de Martino e Theodor W. Adorno: due studiosi che, vissuti nella stessa epoca travagliata e formatisi nella tradizione del pensiero dialettico hegeliano e marxiano, pongono entrambi al centro delle loro più significative ricerche la questione dell’origine storica del sé individuale. Vengono quindi indagate le affinità nelle motivazioni storico-sociali che portano i due autori ad affrontare il tema della genesi storico-antropologica della soggettività; i parallelismi nel modo in cui essi determinano il costituirsi dell’io razionale e autoconsapevole; e le loro diagnosi riguardo alla crisi della «presenza» umana, che, inizialmente differenziate, con l’avvicinamento di De Martino al marxismo vanno facendosi sempre più convergenti.
Keywords
PhilPapers/Archive ID
PIRLOD
Upload history
Archival date: 2020-05-16
View other versions
Added to PP index
2016-07-13

Total views
32 ( #50,946 of 54,658 )

Recent downloads (6 months)
13 ( #41,395 of 54,658 )

How can I increase my downloads?

Downloads since first upload
This graph includes both downloads from PhilArchive and clicks on external links on PhilPapers.