Decostellare. Sul significato ultimo del desiderare: de-Sidera come de-Costellare (2014)

In G. Cusinato, Periagoge,. Verona VR, Italia: pp. 445 (2014)
Download Edit this record How to cite View on PhilPapers
Abstract
il verbo latino «desiderare» deriva dal composto latino della particella de – che può indicare una mancanza oppure un’azione distruttiva – con il termine sidus, sideris, che significa "stella" e il plurale sidera che significa "stelle". Quindi il desiderio non ha a che fare con una singola stella, ma con un insieme di stelle. Perché? Gli antichi collegavano idealmente nel cielo le stelle fino a formare le costellazioni. e queste erano necessarie non solo per orientarsi ad es. nel mare, ma anche a livello esistenziale (l’astrologia). Da qui il doppio senso della parola de-Sidera: 1) il sentimento di una «mancanza» di costellazioni, cioè di punti di orientamento; 2) il «de-costellare» nel senso del tentativo di distruggere (de- come nel caso di «de-costruire») la costellazione che imprigiona, come un destino, la mia esistenza attuale, negli affanni della routine quotidiana.
Keywords
PhilPapers/Archive ID
CUSSSU
Upload history
Archival date: 2021-04-14
View other versions
Added to PP index
2021-04-14

Total views
5 ( #60,352 of 2,427,834 )

Recent downloads (6 months)
5 ( #56,274 of 2,427,834 )

How can I increase my downloads?

Downloads since first upload
This graph includes both downloads from PhilArchive and clicks on external links on PhilPapers.