Teorie stoiche in Seneca tragico

In Studi su ellenismo e filosofia romana. Roma: Edizioni di Storia e Letteratura. pp. 3-31 (2017)
Download Edit this record How to cite View on PhilPapers
Abstract
L’autore delle tragedie è da identificare con lo stesso autore delle Lettere a Lucilio e delle altre opere “filosofiche”. Seneca è convinto che anche l’arte drammatica debba essere capace di produrre effetti etici; al centro egli pone infatti la questione del perfezionamento morale. Ci si può chiedere se la posizione di Seneca si sia allontanata dalla prospettiva della dottrina stoica ortodossa e se si possa definirla come un originale approccio neo-stoico. La questione può esser posta (a) in relazione al modo in cui Seneca interpreta l’intreccio di fatum e di responsabilità soggettiva nell’azione; (b) in relazione alla teoria delle passioni; (c) in relazione al modo in cui sono rappresentati l’ambiente e i vitia della società imperiale.
Keywords
PhilPapers/Archive ID
MASTSI-5
Upload history
First archival date: 2017-10-19
Latest version: 1 (2017-10-19)
View other versions
Added to PP index
2017-10-19

Total views
296 ( #21,825 of 2,448,957 )

Recent downloads (6 months)
40 ( #16,268 of 2,448,957 )

How can I increase my downloads?

Downloads since first upload
This graph includes both downloads from PhilArchive and clicks on external links on PhilPapers.